Jungle Fever

Creative direction / Mood research / Styling / Wording

Tropical Paradise

Stampe jungle, print animalier, materiali preziosi e un caleidoscopio di colori accendono gli accessori della Primavera Estate 2013.

Il guardaroba si trasforma in una tavolozza lussureggiante. La flora e la fauna dei tropici disegnano un nuovo trend all’insegna del desiderio di evasione e della voglia di avventura.

 

Un viaggio che inizia sulle passerelle e termina nell’armadio delle fashioniste. La pelle pregiata si mette in mostra nelle sue tinte naturali o si accende in tonalità shock: verde acido, arancio e blue pervinca. Il tropical è in versione couture: palme e corolle fioriscono su scarpe e pochette in tessuto tecnico con rifiniture in vernice e pelle. E ancora ibiscus, palme, frutti esotici e attitude da Miss che si esibiscono con ironia come pin-up anni Quaranta.

Lo stile Pearl Harbor viene rivisitato in versione stampa 3D dai colori pop. La prima versione dell’hawaiian print compare a Honolulu negli anni Trenta, ma solo dopo la Seconda Guerra mondiale viene sdoganata negli States e indossata in modo succinto dalla prorompente Betty Gable. Nel 1951 il presidente americano Harry S. Truman sceglie un look tropical per la copertina di Life e a seguire anche star come Frank Sinatra e Elvis Presley si mostrano in pubblico con stampe decisamente vistose. Dopo alcuni anni di oblio la camicia  fiorata torna alla ribalta in versione Eighties grazie alla serie Tv Magmum P.I.

La texture tropical più che una semplice stampa è un simbolo di evasione. È la fuga di cui tutti abbiamo bisogno. Uno stile che fa riferimento a un mondo lontano ma sofisticato al tempo stesso. I classici mocassini, bauletti e shopping bag si rivestono di una nuova pelle con grinta. Una vivacità da sfoggiare anche in giungla d’asfalto per lady metropolitane dalla femminilità esotica e seducente. Aloha!

Leave a Comment